Posts Tagged 'figli'

GRUPPI DI PAROLA: I figli e la separazione

UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL  SACRO CUORE

  Facoltà di Medicina e Chirurgia “A. Gemelli”

Consultorio Familiare

 

GRUPPO DI PAROLA

  I figli e la separazione

 

  

Novembre 2013

Largo Francesco Vito, 1 – 00168 ROMA

 

 

 

 

COS’E’ UN GRUPPO DI PAROLA?

 

Il gruppo di parola è un luogo dove operatori qualificati favoriscono il sostegno e lo scambio di esperienze tra ragazzi i cui genitori si stanno separando oppure sono già separati.

L’esperienza di gruppo permette ai figli di parlare, condividere i propri pensieri, le proprie emozioni, in un delicato momento di cambiamento familiare.

Il gruppo è una risorsa per i genitori ed i figli per accedere ai sentimenti e dare un nome alle difficoltà di tutti i giorni.

 

A CHI SI RIVOLGE?

 

Ai ragazzi/e che vivono l’esperienza della separazione dei loro genitori.

Età: 6 – 13 anni.

 

La partecipazione al Gruppo di Parola è gratuita

 

COM’ E’ STRUTTURATO IL GRUPPO?

 

Il gruppo è strutturato in 4 incontri di 2 ore ciascuno.

Nella seconda ora dell’ultimo incontro, oltre ai figli, saranno invitati a partecipare anche i genitori.

Il gruppo sarà composto da 4 a 6 ragazzi/e.

 

CALENDARIO DEGLI INCONTRI

 

NOVEMBRE

1° Incontro – Lunedì 4 Novembre

ore 16.30-18.30

2° Incontro – Lunedì 11 Novembre

ore 16.30-18.30

3° Incontro – Lunedì 18 Novembre

ore 16.30-18.30

4° Incontro – Lunedì 25 Novembre

ore 16.30-18.30

(il 28 Ottobre alle ore 17 si terrà un incontro informativo rivolto ai genitori)

Le iscrizioni verranno  accettate fino al 27 Ottobre, comunque, fino alla copertura dei posti disponibili

CHI SONO I CONDUTTORI?

 

Benedetta Carminati

Psicologa Psicoterapeuta

 

Silvia Lofrese

Educatrice Professionale

 

Valeria Papa

Psicologa Psicoterapeuta

 

Cristiana Rolli

Psicologa

 

Gli incontri si terranno nella sede del

Consultorio Familiare

Largo Francesco Vito, 1

00168 – ROMA

 

INFO

Segreteria

Telefono 06/35507228

      Fax 06/3050793

 E-mail sgconsulfam@unicatt.it

 

 

 

Per ogni iscrizione è indispensabile il consenso di entrambi i genitori

Annunci

Ai genitori


Essere genitori è uno dei compiti più impegnativi che possa esistere, ma è anche uno dei più complessi e gratificanti in quanto influisce direttamente nell’animo dei nostri figli: gli adulti di domani.

Nessuno, se non la nostra esperienza, ci insegna ad essere genitori. Ci si scontra quotidianamente con le proprie paure, responsabilità, limiti e potenzialità in un mondo in cui conta molto più “avere” anziché “essere”.

I manuali si occupano spesso di offrire informazioni sull’arte di essere genitori, offrendo utili spunti di riflessione per comprendere tale complessità, ma può capitare che il genitore si senta solo nel vivere la propria interiorità, i dubbi e  insicurezze che insorgono nella gestione dei problemi quotidiani.

Gli articoli, di seguito pubblicati costituiscono spunti di riflessione per aumentare le informazioni in possesso e per stimolare una discussione partecipata “in rete” al fine di ridimensionare la sensazione di solitudine.

“Essere genitori” vuol dire, non solo occuparsi di soddisfare i bisogni primari  e secondari dei propri figli, come offrire loro cibo acqua, un tetto, dei vestiti, dei giochi e tutto ciò che può essere utile per vivere, ma anche e soprattutto l’impegno di confrontarsi con la propria e la loro interiorità.

Si tratta di un rapporto unico, intimo e profondo che inevitabilmente mette a contatto con le proprie emozioni  più profonde, così come con i bisogni dei figli, in contesto di sensazioni amplificate.

I consigli su “come fare” devono essere integrati  da un riconoscimento interiore di possedere un intimo valore e un’ autorevolezza che prescindono dagli errori che si possono commettere. In tal modo si potrà attingere alla “propria saggezza interiore”, a ciò che di più profondo e creativo c’è in ognuno.

La consapevolezza, la fiducia e l’accettazione sono le fondamenta della propria  forza interiore, ciò che spinge ad essere più autentici e liberi di scegliere, ciò che facilita l’incontro e la vicinanza nelle relazioni con i propri figli e con gli altri.

“Essere genitori” vuol dire fidarsi della propria esperienza, della propria capacità di reagire e far fronte ai segnali talvolta enigmatici inviati dai figli, affinché possano crescere in modo sano e i genitori stessi, arricchirsi con loro in un processo di scambio.

“Essere genitori” vuol dire “essere nel presente”, il tempo che vivono i figli, e imparare a calare le conoscenze, i consigli e l’esperienza passata in ciò che si vive al momento. Quando si sentirà che le proprie energie saranno esaurite si dovranno trovare nuovi modi per fidarsi dei propri istinti, emozioni e bisogni .

Tutto ciò può essere emozionante, rischioso e rassicurante al tempo stesso, poiché si constata che non ci sono ricette preconfezionate che funzionano sempre e comunque, piuttosto ognuno deve trovare il proprio modo di essere, apprendendo da tutte le fonti utili e dalla fiducia nei propri istinti.

A volte, la bellezza di essere genitori, la sensazione di far parte di un meraviglioso, emozionante e faticoso territorio che ha stravolto la precedente vita, si perde nella banalità di ogni giorno. Se ci si lascia sopraffare dalle preoccupazioni che opprimono, si perde anche la  ricchezza del presente, nella convinzione che tutto ciò che accade può andar bene perché privo di conseguenze sui nostri figli.

L’infanzia è un momento di sfide ed emozioni forti in cui gli affetti profondi possono essere accolti e rispettati o traditi, feriti e al tempo stesso, passare inosservati da parte dei grandi. E’il periodo delle aspettative dei genitori sui figli, spinte che possono deviare lo sviluppo naturale delle loro potenzialità, provocando un’ intima sensazione di alienazione di sé.

E’ il tempo della spensieratezza, del presente, dell’assenza di passato, del tutto o niente, del qui ed ora.

E’ utile che i genitori, in questo delicato e impegnativo compito di accompagnare i figli nella vita, possano appropriarsi di ogni strumento di consapevolezza a loro disposizione, per non sentirsi soli e  sguarniti di fronte alle difficoltà e ai dubbi.

Dunque genitori … Buon cammino!


luglio: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivi

Annunci